HomeEvexhibitionsPresentazione di "I laghi, politica, economia, storia a cura di Manuel Vaquero Piñeiro"

Presentazione di "I laghi, politica, economia, storia a cura di Manuel Vaquero Piñeiro"


11 dic 2018

18:00


Martedì 11 dicembre alle ore 18 presso Spaziosiena, via Fontebranda 5, si terrà la presentazione del libro I laghi, politica, economia, storia (a cura di Manuel Vaquero Piñeiro) edito da Il Mulino.
La serata vedrà gli interventi di Francesca Giommi, Pierluigi Piccini, Giacomo Zanibelli e il curatore del volume.

Questa sarà anche l’occasione per avviare una prima riflessione su future iniziative di promozione e studio, anche in chiave storica, dell’economia territoriale. “Negli ultimi decenni la crisi del modello di sviluppo economico basato sull’industrializzazione e sul consumo indiscriminato di risorse naturali ha favorito l’elaborazione di ricerche dedicate a indagare l’interdipendenza tra l’uomo e l’ambiente. Grazie anche all’accresciuta consapevolezza dell’opinione pubblica, le tematiche legate al territorio hanno ottenuto una centralità crescente nel dibattito scientifico, inducendo le scienze sociali ad aprirsi a nuove problematiche e ad adottare rinnovati criteri di studio.
Questo volume, che si colloca all’interno di un ricco quadro tematico, analizza in chiave comparativa e sotto differenti punti di vista la specifica realtà dei laghi. Viene considerata innanzitutto la dimensione storica, seguendo una cronologia – compresa tra il Medioevo e l’età contemporanea – che illustra i cambiamenti intervenuti dal periodo in cui i laghi erano utilizzati come vie di trasporto fino all’epoca attuale, caratterizzata da una fruizione prevalentemente turistica. Sono inoltre approfondite le problematiche giuridiche e politiche legate alla gestione dei beni comuni, oltre che i principali risvolti tecnici connessi allo studio degli ecosistemi lacuali.
Oltre che agli amministratori locali, direttamente impegnati nella programmazione di politiche destinate al territorio, il volume si rivolge a tutti quei lettori che desiderano accostarsi al dibattito più aggiornato sulle diverse forme di democrazia partecipativa”.